Dove? (Luogo)
0000
Risultati
Thursday, November 22nd, 2018

“Less but better”: lo scenario di design di Francoforte

Sala d’esposizione di Dieter Raums nel Museo delle Arti Decorativi di Francoforte (foto di Anja Jahn)

Francoforte non è conosciuta in Europa solo per i suoi magnifici edifici e la sua architettura. La metropoli del Meno si caratterizza anche nell’ambito del design, in particolare nel design grafico e industriale (o design dei prodotti).

Francoforte è stata nominata all’inizio del XX secolo “città del design”, caratterizzata da diverse influenze. Basti pensare alle fabbriche Adler, appoggiate dall’architetto Walter Gropius, e la fonderia tipografica Bauer’sche Gießerei, dove è stata creata l’iconica tipografia “Futura”. Anche la società Braun ha esercitato una grande influenza sulla città nella seconda metà del secolo scorso grazie ai suoi progetti innovativi, atemporali e ad una chiara attenzione verso i consumatori. Dieter Rams, ideatore di molti dei classici progetti contemporanei come il primo altoparlante elettrostatico modello LE1, gli impianti hi-fi Regie e Atelier o la calcolatrice tascabile ET 66, ha trasformato il motto di Mies van der Rohe “less is more” in “less but better” (“meno ma migliore” in italiano). Anche il fondatore di Apple, Steve Jobs, era un seguace della filosofia di progettazione del designer originario di Wiesbaden. Attualmente, nel Museo delle Arti Decorative di Francoforte è possibile visitare una sala nella quale sono stati esposti alcuni modelli di mobili ideati da Rams come il famoso scaffale Regalsystem 606.

Al giorno d’oggi, sono soprattutto i designers di mobili coloro che danno forma alla scena di design di Francoforte. Per questo motivo è possibile trovare in spazi come la Elbphilharmonie (Filarmonica dell’Elba) ad Amburgo, negli studi dell’architetto David Chipperfield o, ancora, negli esclusivi ristoranti della città come Stanley Diamon, mobili del marchio e15, che possono essere acquistati in qualsiasi parte del mondo. Alcuni prodotti classici sono il tavolo BIGFOOT™ e lo sgabello BACKENZAHN™, concepiti dal fondatore della società Philipp Mainzer a metà degli anni novanta.

Tavolo e sgabello progettato da Philipp Mainzer, fondatore dell’e15 (foto dell’e15)

Sebastian Herkner è un ottimo esempio della nuova generazione di designers di Francoforte. Come molti di loro, ha studiato all’Università di Arte e Design di Offenbach, e ha già vinto vari Wallpaper Design Awards. Tra le sue creazioni più conosciute troviamo il tavolo Bell Table (progettato per ClassiCon), e pezzi creati per altri marchi come Moroso, Fontana Arte e Rosenthal.

Ma, insieme ai grandi nomi, si trovano anche i piccoli negozi e i marchi Frank Landau (design di mobili) o Lika Mimika (design di scarpe) che fanno di Francoforte la “città del design”. Anche nella vita quotidiana, ristoranti, caffetterie e bar mostrano che la richiesta del design e estetica è in continuo aumento.

Tags

Hai trovato questo articolo interesante?
Ricevi un’ e-mail per ogni nuovo articolo
  RSS